simonato.com

AROMI
BIO

Le nostre Aromatiche Bio sono coltivate con dedizione e amore, seguendo il metodo di coltivazione biologica per garantire prodotti di qualità

EVENTI
E FIERE

Siamo sempre aggiornati sulle ultime novità del mondo Bio, partecipiamo agli eventi e alle fiere più importanti del settore

INFORMAZIONI
E DATI TECNICI

Una sezione dedicata interamente ai Buyer della Grande Distribuzione Organizzata con tutte le informazioni relative al packaging e all’imballaggio
Con la nostra esperienza pluriennale di Fornitori della Grande Distribuzione Organizzata
siamo in grado di gestire le esigenze dei nostri Clienti

FLESSIBILITÀ

Le piantine aromatiche bio sono confezionate singolarmente in un sacchetto e inserite in un cartone per il trasporto. Rispettiamo con precisione quantità e assortimenti e siamo in grado di garantire la massima flessibilità a ogni richiesta.

EFFICIENZA

Siamo in grado di evadere un ordine in un’ora dal ricevimento dello stesso. Abbiamo un'efficiente rete organizzativa interna e mezzi di trasporto che ci permettono di arrivare a destinazione in tempi rapidissimi.

CONSEGNE

La nostra organizzazione logistica, rapida ed efficiente, garantisce ai nostri clienti la consegna dei prodotti in tempi molto brevi per poterne assicurare sempre la freschezza e la qualità.

TRACCIABILITÀ

Requisito fondamentale nella nostra produzione biologica certificata. Attribuiamo a ogni piantina un numero di lotto di produzione, lo stampigliamo sull'imballaggio singolo, sul cartone per il trasporto e in tutti i documenti inerenti la produzione e la vendita.

BIONEWS

13 Aprile 2020 Simonato ai tempi del Covid-19: noi non ci siamo fermati L’azienda dei Fratelli Simonato, ormai alla terza generazione, festeggia quest’anno il ventennio di certificazione bio con la coltivazione e vendita di aromatiche biologiche. Le serre si estendono per circa 40.000 metri quadrati e sono ubicate a Due Carrare in provincia di Padova ai piedi dei colli euganei. Sono dotate di tecnologia moderna e all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente e con particolare attenzione alle risorse naturali, come luce e sole, ed estinguibili, come la preziosa acqua. Al momento vengono coltivati basilico, rosmarino, salvia, menta, peperoncino, melissa, timo, origano, maggiorana, lavanda, erba cipollina, aneto e camomilla e la fornitura ai nostri clienti viene garantita per tutto l’anno. Da qualche settimana abbiamo presentato le nostre piantine bio nel pratico bauletto con il vasetto biodegradabile e compostabile. L’idea è nata per richiamare alla mente il vero valore della natura: nutrirsi con un alimento sano e naturale, certificato biologico, che si presenta con le radici nella terra in cui è stato seminato o piantato è molto importante. Il nostro obiettivo è quello di lasciare un segno nelle giovani generazioni, affinchè non scordino mai che la salvaguardia della terra, della natura, dell’ambiente e delle piante sono indispensabili per la nostra vita. La vera agricoltura si fonda sul rispetto del territorio, del paesaggio e delle tradizioni e l’unico futuro per l’umanità si può realizzare recuperando e valorizzando il legame con il passato, anche nelle pratiche produttive, delle quali l’agricoltura biologica è la massima espressione. Dal 21 febbraio 2020 da quando sono stati confermati diversi nuovi casi di Covid-19 e sono iniziate le sospensioni di alcune attività lavorative in Lombardia e la cittadina padovana di Vo’ Euganeo è stata dichiarata zona rossa, noi in Azienda abbiamo applicato le procedure per il contenimento della diffusione del virus. Abbiamo iniziato con la sospensione dei viaggi di servizio, delle visite ai clienti e dei corsi di formazione interni ed esterni. Abbiamo istituito il divieto di accesso a tutte le persone estranee agli uffici per la consegna di documenti e pacchi e attivato la firma virtuale. E’ stato creato un percorso di pulizia delle scarpe con soluzione di ipoclorito di sodio e lavaggio frequente delle mani. Dal 9 marzo con il DCPM e dichiarazione di pandemia abbiamo dotato tutti i dipendenti di mascherine, tute protettive, retine per i capelli e guanti. Effettuiamo giornalmente la misurazione della temperatura corporea a inizio e a fine turno.  Abbiamo ridotto la presenza in ufficio a una sola persona per stanza, attivato lo smart working, laddove possibile, e riposizionato figure amministrative in altre attività. Provvediamo alla disinfezione di tutte le superfici di lavoro a inizio e fine turno. Gli uffici vengono puliti giornalmente, aerati di frequente e non c’è alcun utilizzo in comune di tastiere, mouse e telefoni. Puliamo le superfici calpestabili con idropulitrice e facciamo un lavaggio settimanale con una soluzione di ipoclorito di sodio. Si rispetta il distanziamento di circa 2 metri per ogni collaboratore e si utilizzano postazioni mobili. Conversazioni e comunicazioni tra colleghi avvengono sempre negli spazi aperti. Abbiamo creato una postazione esterna all’azienda per controllare l’ingresso, le persone e l’utilizzo di misure di protezione. Fruiamo della macchina del caffè singolarmente. Ci stiamo impegnando seriamente e con molto sacrificio per evitare il contagio e affrontare questo momento. Ogni giorno viene tenuto un briefing a tutti i collaboratori per informarli della situazione e di come prosegue il nostro lavoro. Per questo abbiamo inserito nel nostro sito web simonato.com un ringraziamento a tutti perché solo perché grazie a tutti i nostri collaboratori, clienti e fornitori possiamo continuare con la coltivazione biologica. L’incertezza economica, i gravi problemi di salute che hanno colpito l’umanità, le criticità della filiera agricola e industriale, il distanziamento delle unità lavorative, la distribuzione del lavoro in fasce più lunghe sono i primi segnali dell’esistenza della pandemia e crediamo che l’effetto domino si manifesterà in futuro con la mancanza di prodotti e imballaggi, l’annullamento di consegne e il profondo cambiamento delle situazioni alle quali eravamo precedentemente abituati.
Leggi
l'articolo
completo
13 Aprile 2020 Simonato ai tempi del Covid-19: noi non ci siamo fermati L’azienda dei Fratelli Simonato, ormai alla terza generazione, festeggia quest’anno il ventennio di certificazione bio con la coltivazione e vendita di aromatiche biologiche. Le serre si estendono per circa 40.000 metri quadrati e sono ubicate a Due Carrare in provincia di Padova ai piedi dei colli euganei. Sono dotate di tecnologia moderna e all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente e con particolare attenzione alle risorse naturali, come luce e sole, ed estinguibili, come la preziosa acqua. Al momento vengono coltivati basilico, rosmarino, salvia, menta, peperoncino, melissa, timo, origano, maggiorana, lavanda, erba cipollina, aneto e camomilla e la fornitura ai nostri clienti viene garantita per tutto l’anno. Da qualche settimana abbiamo presentato le nostre piantine bio nel pratico bauletto con il vasetto biodegradabile e compostabile. L’idea è nata per richiamare alla mente il vero valore della natura: nutrirsi con un alimento sano e naturale, certificato biologico, che si presenta con le radici nella terra in cui è stato seminato o piantato è molto importante. Il nostro obiettivo è quello di lasciare un segno nelle giovani generazioni, affinchè non scordino mai che la salvaguardia della terra, della natura, dell’ambiente e delle piante sono indispensabili per la nostra vita. La vera agricoltura si fonda sul rispetto del territorio, del paesaggio e delle tradizioni e l’unico futuro per l’umanità si può realizzare recuperando e valorizzando il legame con il passato, anche nelle pratiche produttive, delle quali l’agricoltura biologica è la massima espressione. Dal 21 febbraio 2020 da quando sono stati confermati diversi nuovi casi di Covid-19 e sono iniziate le sospensioni di alcune attività lavorative in Lombardia e la cittadina padovana di Vo’ Euganeo è stata dichiarata zona rossa, noi in Azienda abbiamo applicato le procedure per il contenimento della diffusione del virus. Abbiamo iniziato con la sospensione dei viaggi di servizio, delle visite ai clienti e dei corsi di formazione interni ed esterni. Abbiamo istituito il divieto di accesso a tutte le persone estranee agli uffici per la consegna di documenti e pacchi e attivato la firma virtuale. E’ stato creato un percorso di pulizia delle scarpe con soluzione di ipoclorito di sodio e lavaggio frequente delle mani. Dal 9 marzo con il DCPM e dichiarazione di pandemia abbiamo dotato tutti i dipendenti di mascherine, tute protettive, retine per i capelli e guanti. Effettuiamo giornalmente la misurazione della temperatura corporea a inizio e a fine turno.  Abbiamo ridotto la presenza in ufficio a una sola persona per stanza, attivato lo smart working, laddove possibile, e riposizionato figure amministrative in altre attività. Provvediamo alla disinfezione di tutte le superfici di lavoro a inizio e fine turno. Gli uffici vengono puliti giornalmente, aerati di frequente e non c’è alcun utilizzo in comune di tastiere, mouse e telefoni. Puliamo le superfici calpestabili con idropulitrice e facciamo un lavaggio settimanale con una soluzione di ipoclorito di sodio. Si rispetta il distanziamento di circa 2 metri per ogni collaboratore e si utilizzano postazioni mobili. Conversazioni e comunicazioni tra colleghi avvengono sempre negli spazi aperti. Abbiamo creato una postazione esterna all’azienda per controllare l’ingresso, le persone e l’utilizzo di misure di protezione. Fruiamo della macchina del caffè singolarmente. Ci stiamo impegnando seriamente e con molto sacrificio per evitare il contagio e affrontare questo momento. Ogni giorno viene tenuto un briefing a tutti i collaboratori per informarli della situazione e di come prosegue il nostro lavoro. Per questo abbiamo inserito nel nostro sito web simonato.com un ringraziamento a tutti perché solo perché grazie a tutti i nostri collaboratori, clienti e fornitori possiamo continuare con la coltivazione biologica. L’incertezza economica, i gravi problemi di salute che hanno colpito l’umanità, le criticità della filiera agricola e industriale, il distanziamento delle unità lavorative, la distribuzione del lavoro in fasce più lunghe sono i primi segnali dell’esistenza della pandemia e crediamo che l’effetto domino si manifesterà in futuro con la mancanza di prodotti e imballaggi, l’annullamento di consegne e il profondo cambiamento delle situazioni alle quali eravamo precedentemente abituati.
16 Marzo 2020 L’AZIENDA SIMONATO E L’ECOSISTEMA BOSCO NEL COMUNE DI DUE CARRARE Il comune di Due Carrare, in provincia di Padova, ha deciso di mettere a disposizione due vaste aree (una di circa 3000, e un’altra di circa 22.000 metri quadrati) per la creazione di un ecosistema-bosco. L’ecosistema è l’unione tra gli elementi non viventi detti abiotici, come per esempio il terreno, gli esseri viventi di uno stesso territorio e le relazioni e interazioni che si creano tra essi. Il bosco è il più importante esempio di ecosistema poichè è formato da arbusti, alberi, erbe, animali e molti altri esseri viventi come funghi e licheni. L’azienda Simonato, che festeggia quest’anno vent’anni di coltivazione biologica di piantine aromatiche, si è impegnata in questo progetto fornendo piante, pali, torba e micorrize, prodotto naturale il cui nome deriva dal greco mycos (fungo) e rhiza (che significa radice) e favorisce le associazioni simbiotiche tra i funghi del terreno e le radici di alcune piante. L’azienda donerà circa 1500 piante diverse tra cui aceri, frassini e querce che, in gruppi di 200-250 piante, verranno piantumate due volte l’anno: all’inizio di marzo e prima dell’inverno. Il ciclo di piantumazione durerà circa un anno e mezzo e verrà effettuato secondo uno schema specifico che tiene conto di diversi fattori, come ad esempio l’affinità tra le piante, in modo che ciascun albero e ciascun arbusto possa crescere rigoglioso in una situazione ideale. Il progetto del comune di Due Carrare realizzato da un’idea di Carlo Simonato e Rosanna Bertoldin sarà importantissimo per poter creare uno spazio vitale non solo per tutti i cittadini, ma anche per tutti quegli esserti viventi che, dalla creazione di questo ecosistema-bosco, potranno trarne giovamento tra cui api, farfalle e uccelli. L’importante collaborazione tra il comune e l’azienda Simonato, che permetterà la creazione di questi nuovi spazi verdi, necessiterà del fondamentale aiuto dei cittadini. A loro spetta il compito più importante: prendersi cura degli alberi e degli arbusti che verranno piantati, in modo che l’ecosistema-bosco possa crescere e assumere sempre maggior importanza per il benessere dell’ambiente e di tutti coloro che lo abitano. Gli alberi sono gli unici esseri viventi che ci permettono di vivere e a loro dobbiamo la nostra gratitudine.      
Leggi
l'articolo
completo
16 Marzo 2020 L’AZIENDA SIMONATO E L’ECOSISTEMA BOSCO NEL COMUNE DI DUE CARRARE Il comune di Due Carrare, in provincia di Padova, ha deciso di mettere a disposizione due vaste aree (una di circa 3000, e un’altra di circa 22.000 metri quadrati) per la creazione di un ecosistema-bosco. L’ecosistema è l’unione tra gli elementi non viventi detti abiotici, come per esempio il terreno, gli esseri viventi di uno stesso territorio e le relazioni e interazioni che si creano tra essi. Il bosco è il più importante esempio di ecosistema poichè è formato da arbusti, alberi, erbe, animali e molti altri esseri viventi come funghi e licheni. L’azienda Simonato, che festeggia quest’anno vent’anni di coltivazione biologica di piantine aromatiche, si è impegnata in questo progetto fornendo piante, pali, torba e micorrize, prodotto naturale il cui nome deriva dal greco mycos (fungo) e rhiza (che significa radice) e favorisce le associazioni simbiotiche tra i funghi del terreno e le radici di alcune piante. L’azienda donerà circa 1500 piante diverse tra cui aceri, frassini e querce che, in gruppi di 200-250 piante, verranno piantumate due volte l’anno: all’inizio di marzo e prima dell’inverno. Il ciclo di piantumazione durerà circa un anno e mezzo e verrà effettuato secondo uno schema specifico che tiene conto di diversi fattori, come ad esempio l’affinità tra le piante, in modo che ciascun albero e ciascun arbusto possa crescere rigoglioso in una situazione ideale. Il progetto del comune di Due Carrare realizzato da un’idea di Carlo Simonato e Rosanna Bertoldin sarà importantissimo per poter creare uno spazio vitale non solo per tutti i cittadini, ma anche per tutti quegli esserti viventi che, dalla creazione di questo ecosistema-bosco, potranno trarne giovamento tra cui api, farfalle e uccelli. L’importante collaborazione tra il comune e l’azienda Simonato, che permetterà la creazione di questi nuovi spazi verdi, necessiterà del fondamentale aiuto dei cittadini. A loro spetta il compito più importante: prendersi cura degli alberi e degli arbusti che verranno piantati, in modo che l’ecosistema-bosco possa crescere e assumere sempre maggior importanza per il benessere dell’ambiente e di tutti coloro che lo abitano. Gli alberi sono gli unici esseri viventi che ci permettono di vivere e a loro dobbiamo la nostra gratitudine.      
10 Febbraio 2020 FRUIT LOGISTICA e BIOFACH 2020 Dal 5 al 7 febbraio più di 3.000 aziende che operano ad ogni livello del mercato del fresco si riuniranno a Berlino per l’edizione 2020 di Fruit Logistica: anche noi di Simonato saremo presenti, con le nostre novità in materia di packaging e prodotto. Tra i prodotti che troveranno spazio durante l’evento vi sono frutta e ortaggi freschi e surgelati, noci, frutta secca, IV e V gamma, erbe aromatiche e spezie ma anche fiori, piante e prodotti bio ed equosolidali. Verranno presentate le ultime novità riguardanti le tecniche di coltivazione, i sistemi produttivi, di trattamento, di smaltimento dei rifiuti e gli impianti di climatizzazione e di imballaggio, per citarne alcune. Inoltre, anche quest’anno verrà assegnato l’Innovation Award, un prestigioso riconoscimento per premiare le innovazioni nell’intera catena ortofrutticola. Dal 12 al 15 febbraio, invece, si terrà a Norimberga la Fiera Biofach 2020, il Salone Leader Mondiale degli Alimenti Biologici: 3.500 espositori e 50.000 visitatori attesi dimostrano che il mercato del Bio sta crescendo di anno in anno in tutto il mondo. Queste intense giornate offriranno la possibilità di conoscere le novità riguardanti prodotti alimentari e non-alimentari (parallelamente all’evento dedicato al food, infatti, vi sarà anche Vivaness, la Fiera Internazionale dedicata ai prodotti Personal Care Naturali e Biologici), l’industria, i trend di mercato e le innovazioni del settore. L’azienda Simonato, con produzione biologica dal 1997, introdurrà quest’anno un nuovo packaging che si affianca al premiato BioKepos3 lanciato l’anno scorso, sottolineando il nostro impegno verso una sempre maggior sostenibilità ed ecocompatibilità. Da quest’anno siamo infatti in grado di offrire una nuova linea di confezionamento in sola carta e completamente priva di plastica, realizzata per contenere e trasportare le nostre piantine aromatiche biologiche. Bio&PaperPack è composto da due elementi innovativi: un pratico portavaso in cartoncino riciclato, adatto al contatto con gli alimenti ed in colorazione naturale; un sacchetto in carta resistente all’acqua adatto a contenere e proteggere la piantina senza bisogno di utilizzare un vasetto in plastica. Crediamo che questo nuovo packaging rappresenti la massima espressione di una filiera biologica certificata e rispettosa dell’ambiente, che l’azienda Simonato da anni si impegna a sostenere e promuovere in prima linea. Venite a trovarci al nostro STAND: sarà l’occasione giusta per conoscere i nostri prodotti biologici e le nostre innovative proposte di packaging. Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.        
Leggi
l'articolo
completo
10 Febbraio 2020 FRUIT LOGISTICA e BIOFACH 2020 Dal 5 al 7 febbraio più di 3.000 aziende che operano ad ogni livello del mercato del fresco si riuniranno a Berlino per l’edizione 2020 di Fruit Logistica: anche noi di Simonato saremo presenti, con le nostre novità in materia di packaging e prodotto. Tra i prodotti che troveranno spazio durante l’evento vi sono frutta e ortaggi freschi e surgelati, noci, frutta secca, IV e V gamma, erbe aromatiche e spezie ma anche fiori, piante e prodotti bio ed equosolidali. Verranno presentate le ultime novità riguardanti le tecniche di coltivazione, i sistemi produttivi, di trattamento, di smaltimento dei rifiuti e gli impianti di climatizzazione e di imballaggio, per citarne alcune. Inoltre, anche quest’anno verrà assegnato l’Innovation Award, un prestigioso riconoscimento per premiare le innovazioni nell’intera catena ortofrutticola. Dal 12 al 15 febbraio, invece, si terrà a Norimberga la Fiera Biofach 2020, il Salone Leader Mondiale degli Alimenti Biologici: 3.500 espositori e 50.000 visitatori attesi dimostrano che il mercato del Bio sta crescendo di anno in anno in tutto il mondo. Queste intense giornate offriranno la possibilità di conoscere le novità riguardanti prodotti alimentari e non-alimentari (parallelamente all’evento dedicato al food, infatti, vi sarà anche Vivaness, la Fiera Internazionale dedicata ai prodotti Personal Care Naturali e Biologici), l’industria, i trend di mercato e le innovazioni del settore. L’azienda Simonato, con produzione biologica dal 1997, introdurrà quest’anno un nuovo packaging che si affianca al premiato BioKepos3 lanciato l’anno scorso, sottolineando il nostro impegno verso una sempre maggior sostenibilità ed ecocompatibilità. Da quest’anno siamo infatti in grado di offrire una nuova linea di confezionamento in sola carta e completamente priva di plastica, realizzata per contenere e trasportare le nostre piantine aromatiche biologiche. Bio&PaperPack è composto da due elementi innovativi: un pratico portavaso in cartoncino riciclato, adatto al contatto con gli alimenti ed in colorazione naturale; un sacchetto in carta resistente all’acqua adatto a contenere e proteggere la piantina senza bisogno di utilizzare un vasetto in plastica. Crediamo che questo nuovo packaging rappresenti la massima espressione di una filiera biologica certificata e rispettosa dell’ambiente, che l’azienda Simonato da anni si impegna a sostenere e promuovere in prima linea. Venite a trovarci al nostro STAND: sarà l’occasione giusta per conoscere i nostri prodotti biologici e le nostre innovative proposte di packaging. Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.        
13 Gennaio 2020 Detergenti fatti in casa con erbe aromatiche bio Da secoli conosciute per le proprietà deodoranti e antisettiche che le contraddistinguono, sono state utilizzate fin dai tempi antichi per la detersione degli ambienti, degli indumenti e delle stoviglie. Tuttavia, sono state progressivamente abbandonate per ricorrere in modo sempre più massiccio ai detergenti industriali, con conseguenti problemi relativi alla sostenibilità ambientale e alla salvaguardia della salute. Infatti, oltre all’assenza di sostanze inquinanti e tossiche, i detergenti fatti in casa non contengono sostanze tossiche e di sintesi chimica e le erbe aromatiche utilizzate al loro interno possono essere coltivate anche in giardino o sul balcone di casa. C’è inoltre un aspetto di natura economica da non sottovalutare, poiché la detergenza naturale ha dei costi decisamente bassi. I prodotti più utilizzati a questo scopo sono le piante aromatiche, gli agrumi, l’aceto, il bicarbonato di sodio, il sale e gli oli di origine vegetale come ad esempio l’olio di oliva. Per dare un tocco ancora più personale ai nostri prodotti è possibile utilizzare dei semplici oli essenziali che oltre a conferire una piacevole profumazione, possiedono anche proprietà benefiche (ad esempio decongestionanti o calmanti). Per poter utilizzare le scorze degli agrumi anche fuori stagione, potete essiccarle sulla stufa, sulla cucina economica o sui termosifoni, tagliarli a piccoli pezzettini e conservarli in un sacchetto o in un vaso. Miscela abrasiva profumata Tritate un cucchiaio di sale, un bicchiere di bicarbonato in polvere e 10-15 foglie di menta bio, riducendo la miscela in polvere. Al momento del bisogno versare sulla superficie da pulire uno o più cucchiai del composto (che avrete conservato in un barattolo di vetro) aggiungendo un po’ di acqua fino a renderlo cremoso. Strofinare con una spugna e risciacquare. Spray alle erbe aromatiche per vetri e superfici 200 ml di aceto bianco e 400 ml di infuso di melissa bio sono un composto perfetto per la pulizia dei vostri vetri: agitatelo bene prima dell’uso ed asiugate i vetri con un panno di cotone. Risultato garantito! Per pulire le superfici è consigliato un infuso a base di aceto di mele (500ml), 10-15 foglie e fiori di maggiorana bio e qualche cucchiaino di fiori di camomilla bio, al quale aggiungere 20 gocce di olio essenziale di lavanda bio. Al momento dell’utilizzo, aggiungere acqua in proporzione 1 a 1, spruzzare sulla superficie da pulire e dopo qualche minuto asciugare con un panno di cotone. Profumatore per armadi e biancheria Per dare un tocco di profumo al vostro bucato è sufficiente aggiungere nella lavatrice qualche goccia di olio essenziale: lavanda, menta ma anche limoni ed agrumi sono perfetti. Un rimedio efficace contro l’odore di sudore, da sempre usato nella tradizione popolare, consiste nell’immergere i capi in acqua tiepida con qualche rametto di rosmarino e successivamente nello strofinarli con del sapone da bucato (es marsiglia). Un alleato comunemente utilizzato per profumare armadi e cassetti è la lavanda essiccata: riporre all’interno dei mobili qualche rametto o un sacchettino di stoffa contenente i fiori di questa splendida pianta perenne, conferisce ai nostri indumenti un piacevole profumo floreale. Potete sperimentare dei composti con diverse erbe aromatiche, oli essenziali e spezie, a seconda della stagione e delle vostre preferenze, cercando sempre di scegliere prodotti biologici e di qualità: in questo modo sarà possibile migliorare i prodotti che tocchiamo quotidianamente, l’aria che respiriamo agendo anche sulla la sostenibilità ambientale e sull’impatto della gestione casalinga sulle finanze familiari! Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.
Leggi
l'articolo
completo
13 Gennaio 2020 Detergenti fatti in casa con erbe aromatiche bio Da secoli conosciute per le proprietà deodoranti e antisettiche che le contraddistinguono, sono state utilizzate fin dai tempi antichi per la detersione degli ambienti, degli indumenti e delle stoviglie. Tuttavia, sono state progressivamente abbandonate per ricorrere in modo sempre più massiccio ai detergenti industriali, con conseguenti problemi relativi alla sostenibilità ambientale e alla salvaguardia della salute. Infatti, oltre all’assenza di sostanze inquinanti e tossiche, i detergenti fatti in casa non contengono sostanze tossiche e di sintesi chimica e le erbe aromatiche utilizzate al loro interno possono essere coltivate anche in giardino o sul balcone di casa. C’è inoltre un aspetto di natura economica da non sottovalutare, poiché la detergenza naturale ha dei costi decisamente bassi. I prodotti più utilizzati a questo scopo sono le piante aromatiche, gli agrumi, l’aceto, il bicarbonato di sodio, il sale e gli oli di origine vegetale come ad esempio l’olio di oliva. Per dare un tocco ancora più personale ai nostri prodotti è possibile utilizzare dei semplici oli essenziali che oltre a conferire una piacevole profumazione, possiedono anche proprietà benefiche (ad esempio decongestionanti o calmanti). Per poter utilizzare le scorze degli agrumi anche fuori stagione, potete essiccarle sulla stufa, sulla cucina economica o sui termosifoni, tagliarli a piccoli pezzettini e conservarli in un sacchetto o in un vaso. Miscela abrasiva profumata Tritate un cucchiaio di sale, un bicchiere di bicarbonato in polvere e 10-15 foglie di menta bio, riducendo la miscela in polvere. Al momento del bisogno versare sulla superficie da pulire uno o più cucchiai del composto (che avrete conservato in un barattolo di vetro) aggiungendo un po’ di acqua fino a renderlo cremoso. Strofinare con una spugna e risciacquare. Spray alle erbe aromatiche per vetri e superfici 200 ml di aceto bianco e 400 ml di infuso di melissa bio sono un composto perfetto per la pulizia dei vostri vetri: agitatelo bene prima dell’uso ed asiugate i vetri con un panno di cotone. Risultato garantito! Per pulire le superfici è consigliato un infuso a base di aceto di mele (500ml), 10-15 foglie e fiori di maggiorana bio e qualche cucchiaino di fiori di camomilla bio, al quale aggiungere 20 gocce di olio essenziale di lavanda bio. Al momento dell’utilizzo, aggiungere acqua in proporzione 1 a 1, spruzzare sulla superficie da pulire e dopo qualche minuto asciugare con un panno di cotone. Profumatore per armadi e biancheria Per dare un tocco di profumo al vostro bucato è sufficiente aggiungere nella lavatrice qualche goccia di olio essenziale: lavanda, menta ma anche limoni ed agrumi sono perfetti. Un rimedio efficace contro l’odore di sudore, da sempre usato nella tradizione popolare, consiste nell’immergere i capi in acqua tiepida con qualche rametto di rosmarino e successivamente nello strofinarli con del sapone da bucato (es marsiglia). Un alleato comunemente utilizzato per profumare armadi e cassetti è la lavanda essiccata: riporre all’interno dei mobili qualche rametto o un sacchettino di stoffa contenente i fiori di questa splendida pianta perenne, conferisce ai nostri indumenti un piacevole profumo floreale. Potete sperimentare dei composti con diverse erbe aromatiche, oli essenziali e spezie, a seconda della stagione e delle vostre preferenze, cercando sempre di scegliere prodotti biologici e di qualità: in questo modo sarà possibile migliorare i prodotti che tocchiamo quotidianamente, l’aria che respiriamo agendo anche sulla la sostenibilità ambientale e sull’impatto della gestione casalinga sulle finanze familiari! Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.
16 Settembre 2019 Pronti a tutte le eventualità Su una superficie totale di 40.000 m² Simonato produce tra le altre cose circa 20 tipi diversi di aromatiche in vasetti. Simonato, lo specialista veneto per la produzione di erbe aromatiche è presente come sponsor al congresso tedesco Obst und Gemüse 2019. La rivista Fruchthandel ha parlato con il proprietario Carlo Simonato e con la responsabile commerciale Rosanna Bertoldin dei progetti dell’azienda, la cui certificazione BIO festeggia il ventennale l’anno prossimo. Carlo Simonato sottolinea: “L’azienda fa parte dei pionieri della coltivazione biologica. Il passaggio alla produzione biologica iniziò nel 1997 e raggiunse l’apice nel 2000 con la certificazione ICEA. Siamo convinti del nostro operato orientato al futuro e lottiamo per un mondo senza pesticidi. La produzione biologica è quindi indispensabile.” Le serre dell’azienda hanno una superficie totale di 40.000 m². Al loro interno vengono prodotte con metodo biologico 20 tipi diversi di piante aromatiche in vaso da 10 cm di diametro. Queste sono destinate alla vendita al dettaglio. Oltre alla produzione di piante aromatiche si coltivano stelle di Natale biologiche, piante biologiche per l’orto come pure pomodori e zucche. “Tentiamo di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente provocato dalla produzione” spiega Rosanna Bertoldin. “Abbiamo sviluppato un sistema di riutilizzo dell’acqua che è rigorosamente controllato. In ogni caso la tutela dell’ambiente è parte integrante della nostra filosofia.” Evitare i rifiuti di imballaggio “Quando si lavora con la grande distribuzione organizzata bisogna che le consegne siano garantite”, dice Carlo Simonato “e considerare tutte le possibili eventualità che potrebbero presentarsi.” Nelle serre di Simonato crescono basilico, salvia, rosmarino, maggiorana, timo, origano ed erba cipollina come pure i peperoncini piccanti biologici venduti in un sacchetto particolare. Per evitare i rifiuti da imballaggi l’azienda ha sviluppato “Bio Kepos”. Si tratta di aromatiche che dallo scorso anno vergono vendute in vasi compostabili e biodegradabili. L’azienda però pianifica già il prossimo passo: “al momento stiamo sviluppando un imballo di carta riciclata. Il nostro obiettivo per il futuro è quello di rinunciare completamente alla plastica. I nostri prodotti made in italy e con profumi mediterranei sono appezzati anche all’estero, per esempio in Germania, Austria, Svizzera, Francia, Croazia, Polonia, e Repubblica Ceca.
Leggi
l'articolo
completo
16 Settembre 2019 Pronti a tutte le eventualità Su una superficie totale di 40.000 m² Simonato produce tra le altre cose circa 20 tipi diversi di aromatiche in vasetti. Simonato, lo specialista veneto per la produzione di erbe aromatiche è presente come sponsor al congresso tedesco Obst und Gemüse 2019. La rivista Fruchthandel ha parlato con il proprietario Carlo Simonato e con la responsabile commerciale Rosanna Bertoldin dei progetti dell’azienda, la cui certificazione BIO festeggia il ventennale l’anno prossimo. Carlo Simonato sottolinea: “L’azienda fa parte dei pionieri della coltivazione biologica. Il passaggio alla produzione biologica iniziò nel 1997 e raggiunse l’apice nel 2000 con la certificazione ICEA. Siamo convinti del nostro operato orientato al futuro e lottiamo per un mondo senza pesticidi. La produzione biologica è quindi indispensabile.” Le serre dell’azienda hanno una superficie totale di 40.000 m². Al loro interno vengono prodotte con metodo biologico 20 tipi diversi di piante aromatiche in vaso da 10 cm di diametro. Queste sono destinate alla vendita al dettaglio. Oltre alla produzione di piante aromatiche si coltivano stelle di Natale biologiche, piante biologiche per l’orto come pure pomodori e zucche. “Tentiamo di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente provocato dalla produzione” spiega Rosanna Bertoldin. “Abbiamo sviluppato un sistema di riutilizzo dell’acqua che è rigorosamente controllato. In ogni caso la tutela dell’ambiente è parte integrante della nostra filosofia.” Evitare i rifiuti di imballaggio “Quando si lavora con la grande distribuzione organizzata bisogna che le consegne siano garantite”, dice Carlo Simonato “e considerare tutte le possibili eventualità che potrebbero presentarsi.” Nelle serre di Simonato crescono basilico, salvia, rosmarino, maggiorana, timo, origano ed erba cipollina come pure i peperoncini piccanti biologici venduti in un sacchetto particolare. Per evitare i rifiuti da imballaggi l’azienda ha sviluppato “Bio Kepos”. Si tratta di aromatiche che dallo scorso anno vergono vendute in vasi compostabili e biodegradabili. L’azienda però pianifica già il prossimo passo: “al momento stiamo sviluppando un imballo di carta riciclata. Il nostro obiettivo per il futuro è quello di rinunciare completamente alla plastica. I nostri prodotti made in italy e con profumi mediterranei sono appezzati anche all’estero, per esempio in Germania, Austria, Svizzera, Francia, Croazia, Polonia, e Repubblica Ceca.
04 Giugno 2019 L’azienda Simonato, il giardino aromatico bio, inizia la collaborazione con Cortilia, il grande mercato agricolo online Da qualche settimana è iniziata la collaborazione con Cortilia, il grande mercato online, con la fornitura di piantine aromatiche biologiche certificate che i clienti potranno scegliere nel portale www.cortilia.it e ricevere a casa con la cassetta di frutta e verdure fresca. Per questa collaborazione è stato creato un packaging adeguato alle esigenze dei consumatori attenti e sempre più rivolti agli acquisti responsabili. L’azienda Simonato ha investito notevoli risorse nella ricerca di un packaging rispettoso dell’ambiente e durante la manifestazione fieristica Macfrut 2019 ha ricevuto la medaglia d’argento per l’innovativo BioKepos3. Per i clienti di Cortilia è stata elaborata una soluzione in linea con le loro direttive: la piantina sarà riposta nel vasetto in fibre vegetali completamente biodegradabile e consegnata nel tradizionale sacchetto di carta. Per garantire la filiera bio il sacchetto ha il lembo superiore chiuso dall’etichetta ICEA dove è indicato anche il nome dell’aromatica. Grazie a un efficiente sistema di logistica, i tempi per la preparazione, confezionamento e spedizione sono veramente molto veloci. Ciò nonostante, non appena si riceve il sacchetto, si consiglia di aprirlo, di esporre le piantine alla luce e di abbeverarle con moderazione. Le piantine bio di Simonato rappresentano l’eccellenza dell’aromatica mediterranea e sono indispensabili in cucina in aggiunta alle pietanze e in alternativa a preparati come insaporitori o salse.
Leggi
l'articolo
completo
04 Giugno 2019 L’azienda Simonato, il giardino aromatico bio, inizia la collaborazione con Cortilia, il grande mercato agricolo online Da qualche settimana è iniziata la collaborazione con Cortilia, il grande mercato online, con la fornitura di piantine aromatiche biologiche certificate che i clienti potranno scegliere nel portale www.cortilia.it e ricevere a casa con la cassetta di frutta e verdure fresca. Per questa collaborazione è stato creato un packaging adeguato alle esigenze dei consumatori attenti e sempre più rivolti agli acquisti responsabili. L’azienda Simonato ha investito notevoli risorse nella ricerca di un packaging rispettoso dell’ambiente e durante la manifestazione fieristica Macfrut 2019 ha ricevuto la medaglia d’argento per l’innovativo BioKepos3. Per i clienti di Cortilia è stata elaborata una soluzione in linea con le loro direttive: la piantina sarà riposta nel vasetto in fibre vegetali completamente biodegradabile e consegnata nel tradizionale sacchetto di carta. Per garantire la filiera bio il sacchetto ha il lembo superiore chiuso dall’etichetta ICEA dove è indicato anche il nome dell’aromatica. Grazie a un efficiente sistema di logistica, i tempi per la preparazione, confezionamento e spedizione sono veramente molto veloci. Ciò nonostante, non appena si riceve il sacchetto, si consiglia di aprirlo, di esporre le piantine alla luce e di abbeverarle con moderazione. Le piantine bio di Simonato rappresentano l’eccellenza dell’aromatica mediterranea e sono indispensabili in cucina in aggiunta alle pietanze e in alternativa a preparati come insaporitori o salse.
06 Maggio 2019 MACFRUT 2019: Medaglia d'argento per Simonato Anche quest’anno, dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, l’Azienda Simonato ha deciso di esporre le sue aromatiche al MacFrut2019, grande fiera di riferimento per i professionisti del settore ortofrutticolo in Italia e in Europa, che si è tenuta a Rimini dall’8 al 10 maggio. Gli espositori sono stati circa 1100 e più di 1500 i buyer invitati da tutto il mondo. MacFrut rappresenta tutta la filiera con 11 settori che rendono Macfrut un unicum nel panorama delle fiere: Sementi, Novità vegetali & Vivaismo, Tecnologie produttive, Produzione, Commercio & Distribuzione, Macchinari & Tecnologie, Materiali & Imballaggi, IV gamma, Frutta secca, Logistica, Servizi. L’attenzione della fiera è stata posta su tecnologia e innovazione con la creazione, all’interno dei padiglioni espostivi, di tre aree dedicate per la presentazione delle innovazioni di sistema. Durante la manifestazione, inoltre, tutte le migliori innovazioni sviluppate nel settore ortofrutticolo sono state premiate con medaglie “Macfrut Innovation Award”. I premi sono stati assegnati da una commissione selezionata da Cesena Fiera e L’Informatore Agrario per sostenibilità ambientale, sostenibilità economica e miglioramento della qualità e sicurezza dei prodotti. Un grande traguardo è stato raggiunto dall’Azienda Simonato che ha partecipato al concorso presentando il suo nuovo packaging completamente biodegradabile: BioKepos3 ha permesso all’azienda di vincere nella categoria “packaging e materiali d’imballaggio” aggiudicandosi la medaglia d’argento. Simonato coltiva le sue aromatiche tutto l’anno, seguendo il rigido protocollo della coltivazione Biologica dal 1997 prestando sempre grande attenzione alle tematiche ambientali. Il progetto di packaging Biokepos3 è la risposta innovativa alle esigenze del consumatore e della GDO e rappresenta un passo importante per un futuro sostenibile. I 3 elementi da cui è composto sono ecocompatibili e riciclabili: il vasetto di torba può essere impiantato direttamente nel terreno o, una volta consumata la piantina, può essere conferito nell’umido cittadino; il sacchetto a base di fibre vegetali può essere smaltito nell’umido cittadino; il foglio informativo in carta alimentare può essere riciclato nella raccolta della carta. BioKepos ha richiesto notevoli sforzi in termini di ricerca e ha portato alla creazione di un imballaggio assolutamente innovativo nel panorama italiano ed europeo. Inoltre, tutte le componenti di questo nuovo packaging sono certificate, per garantire ai clienti il massimo della qualità.          
Leggi
l'articolo
completo
06 Maggio 2019 MACFRUT 2019: Medaglia d'argento per Simonato Anche quest’anno, dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, l’Azienda Simonato ha deciso di esporre le sue aromatiche al MacFrut2019, grande fiera di riferimento per i professionisti del settore ortofrutticolo in Italia e in Europa, che si è tenuta a Rimini dall’8 al 10 maggio. Gli espositori sono stati circa 1100 e più di 1500 i buyer invitati da tutto il mondo. MacFrut rappresenta tutta la filiera con 11 settori che rendono Macfrut un unicum nel panorama delle fiere: Sementi, Novità vegetali & Vivaismo, Tecnologie produttive, Produzione, Commercio & Distribuzione, Macchinari & Tecnologie, Materiali & Imballaggi, IV gamma, Frutta secca, Logistica, Servizi. L’attenzione della fiera è stata posta su tecnologia e innovazione con la creazione, all’interno dei padiglioni espostivi, di tre aree dedicate per la presentazione delle innovazioni di sistema. Durante la manifestazione, inoltre, tutte le migliori innovazioni sviluppate nel settore ortofrutticolo sono state premiate con medaglie “Macfrut Innovation Award”. I premi sono stati assegnati da una commissione selezionata da Cesena Fiera e L’Informatore Agrario per sostenibilità ambientale, sostenibilità economica e miglioramento della qualità e sicurezza dei prodotti. Un grande traguardo è stato raggiunto dall’Azienda Simonato che ha partecipato al concorso presentando il suo nuovo packaging completamente biodegradabile: BioKepos3 ha permesso all’azienda di vincere nella categoria “packaging e materiali d’imballaggio” aggiudicandosi la medaglia d’argento. Simonato coltiva le sue aromatiche tutto l’anno, seguendo il rigido protocollo della coltivazione Biologica dal 1997 prestando sempre grande attenzione alle tematiche ambientali. Il progetto di packaging Biokepos3 è la risposta innovativa alle esigenze del consumatore e della GDO e rappresenta un passo importante per un futuro sostenibile. I 3 elementi da cui è composto sono ecocompatibili e riciclabili: il vasetto di torba può essere impiantato direttamente nel terreno o, una volta consumata la piantina, può essere conferito nell’umido cittadino; il sacchetto a base di fibre vegetali può essere smaltito nell’umido cittadino; il foglio informativo in carta alimentare può essere riciclato nella raccolta della carta. BioKepos ha richiesto notevoli sforzi in termini di ricerca e ha portato alla creazione di un imballaggio assolutamente innovativo nel panorama italiano ed europeo. Inoltre, tutte le componenti di questo nuovo packaging sono certificate, per garantire ai clienti il massimo della qualità.          
18 Marzo 2019 Simonato, FruitLogistica e Biofach Nella prima metà di febbraio abbiamo partecipato a due importanti fiere che si sono tenute in Germania: Fruit Logistica a Berlino e BioFach a Norimberga. Entrambi gli eventi, rivolti all’agricoltura e al mondo del biologico, raccolgono migliaia di professionisti dell’industria alimentare, cosmetica e medica, ma anche realtà del mondo dei servizi, dei trasporti, degli imballaggi e della progettazione di serre e di tecnologie ad esse dedicate. Noi di Simonato abbiamo partecipato a queste fiere per far conoscere le aromatiche di nostra produzione, coltivate tutto l’anno nelle nostre serre ecocompatibili seguendo le norme dettate dal rigido disciplinare dell’agricoltura biologica. Abbiamo presentato la nuova linea di packaging BioKepos3 completamente biodegradabile (partecipando al Fruit Logistica Innovation Award ed esponendo al Novelty Stand di BioFach). Ecco alcune foto del nostro stand        Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.
Leggi
l'articolo
completo
18 Marzo 2019 Simonato, FruitLogistica e Biofach Nella prima metà di febbraio abbiamo partecipato a due importanti fiere che si sono tenute in Germania: Fruit Logistica a Berlino e BioFach a Norimberga. Entrambi gli eventi, rivolti all’agricoltura e al mondo del biologico, raccolgono migliaia di professionisti dell’industria alimentare, cosmetica e medica, ma anche realtà del mondo dei servizi, dei trasporti, degli imballaggi e della progettazione di serre e di tecnologie ad esse dedicate. Noi di Simonato abbiamo partecipato a queste fiere per far conoscere le aromatiche di nostra produzione, coltivate tutto l’anno nelle nostre serre ecocompatibili seguendo le norme dettate dal rigido disciplinare dell’agricoltura biologica. Abbiamo presentato la nuova linea di packaging BioKepos3 completamente biodegradabile (partecipando al Fruit Logistica Innovation Award ed esponendo al Novelty Stand di BioFach). Ecco alcune foto del nostro stand        Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.
04 Marzo 2019 Pesticidi, un veleno anche a piccole dosi: il prodotto Biologico come soluzione Le sostanze chimiche vengono impiegate in agricoltura per eliminare le erbe infestanti estranee alla coltura e difendere le piante da parassiti animali e malattie fungine. Tuttavia, un utilizzo eccessivo di tali sostanze può comportare gravi problemi per l’ambiente e la salute dei consumatori. Quanto vengono utilizzati i pesticidi in Italia? Secondo un rapporto ISPRA per l’anno 2015, ogni anno vengono distribuite nel nostro Paese 136.055 tonnellate di prodotti fitosanitari, con una media di 4,9 kg per ettaro di superficie coltivata (valore che sale a 10 kg nel Veneto). A livello Europeo l’Italia si colloca al terzo posto dopo Spagna e Francia, con una percentuale di 16,2% rispetto al totale della spesa per fitofarmaci. Si tratta quindi di una quantità enorme di sostanze dannose con le quali l’uomo entra in contatto, assimilandole attraverso l’acqua, gli alimenti, le vie respiratorie e la pelle (a titolo di esempio riportiamo l’aumento del 10% delle falde profonde contaminate nel periodo 2003-2006 – Fonte: ISPRA). Le conseguenze per l’uomo…e le api L’esposizione prolungata a tali sostanze può interagire con numerose funzioni ed organi vitali, fin dalle prime fasi di vita dell’uomo: a livello endocrino nei feti e in relazione a disturbi del comportamento e dell’apprendimento nella fase infantile. Più in generale i pesticidi sono stati indicati come “fattore di rischio per l’insorgenza di malattie vascolari, diabete, Parkinson, cancro, linfomi, leucemie, melanomi, danni cognitivi, SLA” (fonte: ISDE, Medici per l’Ambiente). Il Glifosato, l’erbicida più diffuso al mondo, è stato riconosciuto responsabile dell’insorgenza di tumori su agricoltori americani costringendo, in attesa di possibili colpi di scena, la ditta produttrice a pagare milioni di dollari di risarcimento. Ancora, autorevoli Università americane (Cornell e Austin) hanno dimostrato la pericolosità dell’erbicida sia per l’uomo e gli animali da compagnia che si nutrono di cibo contaminato, che per le preziose api mellifere: le alterazioni del loro microbiota intestinale in risposta all’esposizione al Glifosato, infatti, ne determinano un aumento significativo della mortalità. Dai capelli dei cittadini europei ai beni di largo consumo Il gruppo ambientalista del Parlamento Europeo ha recentemente commissionato all’Istituto IRES di Strasburgo un’indagine su un campione di 148 persone di 6 Stati europei tra cui l’Italia (abitanti sia in campagna che in città). Analizzandone i capelli è risultato che il 60,1% di essi contenevano 1 o più pesticidi e, fatto ancor più allarmante, la percentuale saliva al 73,7% nel caso di ragazzi tra i 10 e i 20 anni. L’Istituto federale tedesco di valutazione dei rischi (BfR) ha eseguito un’indagine su 1814 sostanze (tra cui i pesticidi) presenti nei beni di largo consumo: il 32% di esse risulterebbe fuori legge in quanto sostanze mutagene nei confronti del DNA, cancerogene e perturbatrici del sistema endocrino. La svolta del Biologico La risposta decisiva a questo problema di salute pubblica è rappresentata dalla diffusione sempre più importante di alimenti biologici certificati da organismi indipendenti che garantiscono, con assidui controlli, che in ogni fase produttiva siano rispettate le severe prescrizioni dettate dall’Agricoltura Biologica. Il settore Bio interessa oggi 70.000 produttori italiani ed una superficie coltivata pari al 20% del totale e il prodotto Bio, come dimostrano rigorosi studi scientifici, garantisce la salute del consumatore ripulendo il suo organismo dai residui di prodotti alimentari. Uno fra tutti, quello dell’’Università californiana di Berkeley, ha infatti dimostrato che il consumo di alimenti Bio per soli 6 giorni ha portato a un crollo del 60% della presenza di residui nocivi nell’organismo. Ancora, Jama Internal Medicine riporta i dati di una ricerca condotta su 70.000 volontari francesi nel periodo 2009-2016, che dimostra come i consumatori abituali di cibo Bio godano di una salute migliore. I prodotti Simonato – il giardino aromatico (bio) Dal 1997 la nostra azienda ha coraggiosamente scelto di convertire la totalità della produzione al sistema Biologico, poiché crediamo fermamente in un’agricoltura ecocompatibile che rispetti la natura e l’ambiente. I nostri 40.000 mq di serre sono attrezzati per garantire il risparmio e il riutilizzo delle risorse idriche e utilizziamo solo materie prime certificate e normate dal protocollo biologico. Inoltre, la nostra azienda e tutta la nostra filiera di produzione sono sottoposte periodicamente a verifiche da parte degli organismi di controllo e ad analisi effettuate da laboratori indipendenti e certificati. Il nostro impegno nel rispetto della natura si è tradotto nel recente sviluppo dell’innovativo packaging ecocompatibile BioKepos3: il vaso e il sacchetto trasparente che accompagnano la piantina sono prodotti a partire da fibre vegetali e possono essere smaltiti sia nell’umido casalingo che in quello cittadino. Il foglio informativo all’interno della confezione è stampato con colori certificati su carta alimentare e dopo l'utilizzo può essere riposto nel contenitore della carta per regalargli una nuova vita. Un’assoluta novità di questa primavera 2019 è rappresentata dalle nostre nuove piantine da orto biologiche, recentemente approvate dall’Istituto ICEA: pomodori, peperoni, melanzane, zucchine e meloni completamente biologici e pronti per il trapianto nel terreno. Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com
Leggi
l'articolo
completo
04 Marzo 2019 Pesticidi, un veleno anche a piccole dosi: il prodotto Biologico come soluzione Le sostanze chimiche vengono impiegate in agricoltura per eliminare le erbe infestanti estranee alla coltura e difendere le piante da parassiti animali e malattie fungine. Tuttavia, un utilizzo eccessivo di tali sostanze può comportare gravi problemi per l’ambiente e la salute dei consumatori. Quanto vengono utilizzati i pesticidi in Italia? Secondo un rapporto ISPRA per l’anno 2015, ogni anno vengono distribuite nel nostro Paese 136.055 tonnellate di prodotti fitosanitari, con una media di 4,9 kg per ettaro di superficie coltivata (valore che sale a 10 kg nel Veneto). A livello Europeo l’Italia si colloca al terzo posto dopo Spagna e Francia, con una percentuale di 16,2% rispetto al totale della spesa per fitofarmaci. Si tratta quindi di una quantità enorme di sostanze dannose con le quali l’uomo entra in contatto, assimilandole attraverso l’acqua, gli alimenti, le vie respiratorie e la pelle (a titolo di esempio riportiamo l’aumento del 10% delle falde profonde contaminate nel periodo 2003-2006 – Fonte: ISPRA). Le conseguenze per l’uomo…e le api L’esposizione prolungata a tali sostanze può interagire con numerose funzioni ed organi vitali, fin dalle prime fasi di vita dell’uomo: a livello endocrino nei feti e in relazione a disturbi del comportamento e dell’apprendimento nella fase infantile. Più in generale i pesticidi sono stati indicati come “fattore di rischio per l’insorgenza di malattie vascolari, diabete, Parkinson, cancro, linfomi, leucemie, melanomi, danni cognitivi, SLA” (fonte: ISDE, Medici per l’Ambiente). Il Glifosato, l’erbicida più diffuso al mondo, è stato riconosciuto responsabile dell’insorgenza di tumori su agricoltori americani costringendo, in attesa di possibili colpi di scena, la ditta produttrice a pagare milioni di dollari di risarcimento. Ancora, autorevoli Università americane (Cornell e Austin) hanno dimostrato la pericolosità dell’erbicida sia per l’uomo e gli animali da compagnia che si nutrono di cibo contaminato, che per le preziose api mellifere: le alterazioni del loro microbiota intestinale in risposta all’esposizione al Glifosato, infatti, ne determinano un aumento significativo della mortalità. Dai capelli dei cittadini europei ai beni di largo consumo Il gruppo ambientalista del Parlamento Europeo ha recentemente commissionato all’Istituto IRES di Strasburgo un’indagine su un campione di 148 persone di 6 Stati europei tra cui l’Italia (abitanti sia in campagna che in città). Analizzandone i capelli è risultato che il 60,1% di essi contenevano 1 o più pesticidi e, fatto ancor più allarmante, la percentuale saliva al 73,7% nel caso di ragazzi tra i 10 e i 20 anni. L’Istituto federale tedesco di valutazione dei rischi (BfR) ha eseguito un’indagine su 1814 sostanze (tra cui i pesticidi) presenti nei beni di largo consumo: il 32% di esse risulterebbe fuori legge in quanto sostanze mutagene nei confronti del DNA, cancerogene e perturbatrici del sistema endocrino. La svolta del Biologico La risposta decisiva a questo problema di salute pubblica è rappresentata dalla diffusione sempre più importante di alimenti biologici certificati da organismi indipendenti che garantiscono, con assidui controlli, che in ogni fase produttiva siano rispettate le severe prescrizioni dettate dall’Agricoltura Biologica. Il settore Bio interessa oggi 70.000 produttori italiani ed una superficie coltivata pari al 20% del totale e il prodotto Bio, come dimostrano rigorosi studi scientifici, garantisce la salute del consumatore ripulendo il suo organismo dai residui di prodotti alimentari. Uno fra tutti, quello dell’’Università californiana di Berkeley, ha infatti dimostrato che il consumo di alimenti Bio per soli 6 giorni ha portato a un crollo del 60% della presenza di residui nocivi nell’organismo. Ancora, Jama Internal Medicine riporta i dati di una ricerca condotta su 70.000 volontari francesi nel periodo 2009-2016, che dimostra come i consumatori abituali di cibo Bio godano di una salute migliore. I prodotti Simonato – il giardino aromatico (bio) Dal 1997 la nostra azienda ha coraggiosamente scelto di convertire la totalità della produzione al sistema Biologico, poiché crediamo fermamente in un’agricoltura ecocompatibile che rispetti la natura e l’ambiente. I nostri 40.000 mq di serre sono attrezzati per garantire il risparmio e il riutilizzo delle risorse idriche e utilizziamo solo materie prime certificate e normate dal protocollo biologico. Inoltre, la nostra azienda e tutta la nostra filiera di produzione sono sottoposte periodicamente a verifiche da parte degli organismi di controllo e ad analisi effettuate da laboratori indipendenti e certificati. Il nostro impegno nel rispetto della natura si è tradotto nel recente sviluppo dell’innovativo packaging ecocompatibile BioKepos3: il vaso e il sacchetto trasparente che accompagnano la piantina sono prodotti a partire da fibre vegetali e possono essere smaltiti sia nell’umido casalingo che in quello cittadino. Il foglio informativo all’interno della confezione è stampato con colori certificati su carta alimentare e dopo l'utilizzo può essere riposto nel contenitore della carta per regalargli una nuova vita. Un’assoluta novità di questa primavera 2019 è rappresentata dalle nostre nuove piantine da orto biologiche, recentemente approvate dall’Istituto ICEA: pomodori, peperoni, melanzane, zucchine e meloni completamente biologici e pronti per il trapianto nel terreno. Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com
04 Febbraio 2019 Fruit Logistica 2019 Dal 6 all’8 febbraio si svolgerà a Berlino la fiera “FRUIT LOGISTICA 2019”: con più di 3.200 espositori e 78.000 visitatori, la più grande fiera sul commercio internazionale di prodotti freschi offrirà una interessante panoramica sulle novità riguardanti servizi e prodotti di questo mercato in continua espansione: erbe aromatiche fresche, germogli, spezie frutta e ortaggi freschi prodotti freschi di IV e V gamma prodotti biologici materiali per l’imballaggio prezzatura e codifica a barre logistica e trasporti riciclaggio e smaltimento rifiuti serre e tecnologie per le serre Anche nell’edizione 2019 e per il quattordicesimo anno consecutivo si assegnerà il Fruit Logistica Innovation Award: un premio che verrà assegnato al prodotto più innovativo tra quelli presenti alla fiera, selezionati da un gruppo di esperti. Il vincitore verrà decretato dai numerosi visitatori che avranno modo di esprimere la propria preferenza nei primi due giorni della manifestazione. Noi dell’azienda Simonato saremo presenti per la prima volta a questo importante evento per far conoscere le nostre meravigliose piantine aromatiche bio, coltivate dal 1997 seguendo gli scrupolosi processi produttivi dettati dal disciplinare biologico, in un’ottica di rispetto per l’ambiente e la salute dei consumatori. Questa edizione rappresenta per noi un momento importante anche perché presenteremo la nostra novità 2019: il packaging BioKepos3, che introduce tre grandi elementi innovativi. Un vasetto in fibre vegetali che può essere piantato direttamente nel terreno o smaltito nell’umido, un sacchetto realizzato con materiali compostabili conferibile nell’umido industriale e un foglio informativo in carta alimentare che può essere riciclabile nella raccolta della carta. Siamo orgogliosi di presentare questo prodotto innovativo, ecocompatibile e sostenibile perché crediamo che il nostro impegno e il nostro rispetto per l’ambiente sia l’unica strada percorribile per un futuro più sano per tutti. Al nostro stand i visitatori potranno trovare anche alcuni gadget che celebrano la nostra collaborazione con l’associazione Team For Children che da più di dieci anni sostiene la clinica oncoematologica pediatrica di Padova e per la quale l’azienda Simonato da due anni si è impegnata nella sensibilizzazione al sostegno della loro preziosa attività rivolta ai bambini malati di cancro e alle loro famiglie. Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.  
Leggi
l'articolo
completo
04 Febbraio 2019 Fruit Logistica 2019 Dal 6 all’8 febbraio si svolgerà a Berlino la fiera “FRUIT LOGISTICA 2019”: con più di 3.200 espositori e 78.000 visitatori, la più grande fiera sul commercio internazionale di prodotti freschi offrirà una interessante panoramica sulle novità riguardanti servizi e prodotti di questo mercato in continua espansione: erbe aromatiche fresche, germogli, spezie frutta e ortaggi freschi prodotti freschi di IV e V gamma prodotti biologici materiali per l’imballaggio prezzatura e codifica a barre logistica e trasporti riciclaggio e smaltimento rifiuti serre e tecnologie per le serre Anche nell’edizione 2019 e per il quattordicesimo anno consecutivo si assegnerà il Fruit Logistica Innovation Award: un premio che verrà assegnato al prodotto più innovativo tra quelli presenti alla fiera, selezionati da un gruppo di esperti. Il vincitore verrà decretato dai numerosi visitatori che avranno modo di esprimere la propria preferenza nei primi due giorni della manifestazione. Noi dell’azienda Simonato saremo presenti per la prima volta a questo importante evento per far conoscere le nostre meravigliose piantine aromatiche bio, coltivate dal 1997 seguendo gli scrupolosi processi produttivi dettati dal disciplinare biologico, in un’ottica di rispetto per l’ambiente e la salute dei consumatori. Questa edizione rappresenta per noi un momento importante anche perché presenteremo la nostra novità 2019: il packaging BioKepos3, che introduce tre grandi elementi innovativi. Un vasetto in fibre vegetali che può essere piantato direttamente nel terreno o smaltito nell’umido, un sacchetto realizzato con materiali compostabili conferibile nell’umido industriale e un foglio informativo in carta alimentare che può essere riciclabile nella raccolta della carta. Siamo orgogliosi di presentare questo prodotto innovativo, ecocompatibile e sostenibile perché crediamo che il nostro impegno e il nostro rispetto per l’ambiente sia l’unica strada percorribile per un futuro più sano per tutti. Al nostro stand i visitatori potranno trovare anche alcuni gadget che celebrano la nostra collaborazione con l’associazione Team For Children che da più di dieci anni sostiene la clinica oncoematologica pediatrica di Padova e per la quale l’azienda Simonato da due anni si è impegnata nella sensibilizzazione al sostegno della loro preziosa attività rivolta ai bambini malati di cancro e alle loro famiglie. Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.  

LE NOSTRE

PIANTINE AROMATICHE

Le nostre accurate tecniche di coltivazione e i costanti controlli effettuati in tutte le fasi della produzione, dalla semina al confezionamento, assicurano un prodotto di grande qualità.

vedi tutte le piantine aromatiche
BIO KEPOS 3
Madre natura Ringrazia
il NUOVO Packaging
COMPLETAMENTE
BIODEGRADABILE

COLTIVAZIONE E VENDITA
PIANTE AROMATICHE BIO

Esperienza pluriennale nel settore dell`ortoflorovivaismo e da tre generazioni la famiglia Simonato si dedica con costanza e amore per la natura alla coltivazione di piantine aromatiche biologiche di altissima qualita`. Abbiamo scelto nel 1997 di convertire tutta la nostra produzione di piantine in aromatiche biologiche certificate. Scelta coraggiosa dettata sia dall’esigenza dei nostri clienti per un prodotto sano e naturale che dal nostro costante impegno per la realizzazione di un’agricoltura ecocompatibile nel rispetto dei processi naturali.

La produzione di piante aromatiche biologiche comprende la coltivazione di menta biologica in vaso, basilico, aneto, basilico rosso, camomilla, cerfoglio, coriandolo crescione, dragoncello, erba cipollina, lavanda, liquirizia, maggiorana, melissa, origano, peperoncino, prezzemolo, salvia, timo e rosmarino.
Noi coltiviamo bellezza
perchè la bellezza è in armonia
con la Natura