simonato.com

Dragoncello

Artemisia dracunculus

DESCRIZIONE

E ORIGINI

Il termine dragoncello molto probabilmente deriva dal francese esdragon con il significato di "piccolo drago" per la forma delle sue foglie e delle sue radici leggermente attorcigliate che ricordano, per la forma, alcuni rettili tipo i serpenti. Si narra che tutto ciò che nel mondo vegetale assomiglia a qualcosa di velenoso può anche difenderti e quindi il suo utilizzo più famoso è stato come antidoto per i morsi di serpenti e di altri animali letali. Plinio Il Vecchio nel suoi trattati naturalistici lo indica come l'erba defaticante e i pellegrini nel medioevo lo inserivano nelle scarpe prima di iniziare un lungo cammino a piedi.

USO

IN CUCINA

Il dragoncello è una delle erbe aromatiche più preziose per la cucina francese e grazie al suo aroma molto intenso viene molto spesso utilizzato come sostituto del sale. E' ideale aggiunto alle insalate fresche oppure ai piatti di carne cruda come la tartare oppure alla salsa bernese, alle verdure bollite e al riso e pasta in bianco. Normalmente si aggiunge a fine cottura per l'esaltazione del sapore che potrebbe diventare troppo amaro nel caso di una lunga ebollizione.

Sei un buyer/commerciale della Grande Distribuzione?

Visita la pagina a Te dedicata con tutte le informazioni riguardo alle nostre piantine aromatiche BIO

Mezzo sole
Dare poca acqua

STAGIONALITÀ

DELLA PIANTINA

Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic

Siamo a disposizione per tutte le informazioni o chiama

Compila i campi sottostanti per essere contattato direttamente dal nostro reparto commerciale che ti fornirà tutte le informazioni di cui hai bisogno.
Se desideri ricevere ulteriore materiale relativo al prodotto seleziona i contenuti qui sotto.