simonato.com

Plinio Il Vecchio: un grande Naturalista

Pubblicato il: 14 Gennaio 2019

Gaio Plinio Secondo, conosciuto come Plinio il Vecchio è stato uno scrittore, ammiraglio e naturalista romano, caratterizzato da una insaziabile curiosità: il suo interesse riguardò principalmente lo studio e l’osservazione del mondo vegetale, minerale e umano con particolare attenzione alle cause dei fenomeni naturali.

Nonostante la maggior parte dei suoi lavori sia andata perduta, la sua attività di studioso e scrittore fu molto prolifica; tuttavia l’unica opera pervenutaci è l’enciclopedia in 37 volumi “Naturalis historia”, risultato di un enorme lavoro di studio e preparazione condotto su più di 2000 volumi e 500 autori diversi che tratta di argomenti quali geografia, botanica, antropologia, medicina, storia dell’arte e mineralogia.

L’enciclopedia è divenuta un riferimento per tutti gli studiosi dell’antichità, in particolare nel Medioevo e nel Rinascimento e grazie anche alla figura di Plinio il Vecchio nacquero la classificazione e lo studio scientifico vero e proprio delle piante.

Nei suoi scritti dedicati al mondo vegetale troviamo un interessante repertorio di notizie, curiosità e consigli alimentari sull’utilizzo delle piante quasi ad anticipare gli odierni principi dietetici, e una sezione specifica relativa ai loro utilizzi medicamentosi: si parla dei loro effetti rinfrescanti, della stimolazione dell’appetito e molti altri.

Potremmo quindi dire che è proprio grazie al suo immenso lavoro di raccolta, organizzazione e divulgazione del sapere se oggi conosciamo le proprietà benefiche delle piante officinali e aromatiche che utilizziamo in cucina.

Ci piace ricordare che è del sapiente Plinio il Vecchio l’istituzione degli orti botanici, il primo dei quali fondato proprio a Padova nel 1545 e tuttora esistente. La pianta più antica dell’Orto botanico di Padova è una palma di San Pietro, conosciuta come Palma di Goethe perché ispirò allo scrittore tedesco, in visita a Padova nel settembre del 1786, una teoria sulla metamorfosi delle piante.

nel 1997, l’UNESCO l'ha inserito nella World heritage list dei siti da tutelare

Il 1997 è stato l’anno in cui l’UNESCO ha inserito l’Orto Botanico di Padova nella lista dei siti da tutelare e l’anno in cui l’azienda Simonato ha iniziato la conversione in agricoltura biologica: da più di vent’anni offre al consumatore attento piantine aromatiche certificate biologiche, coltivate rispettando scrupolosi processi produttivi in armonia con la natura e l’ambiente.

Per qualsiasi informazione o richiesta riguardante i nostri prodotti o le soluzioni di packaging più adatte alle vostre esigenze contattateci via mail all’indirizzo info@simonato.com.