simonato.com

Il peperoncino piccante biologico: la piantina del mese

Pubblicato il: 04 Giugno 2018

Il peperoncino è una delle spezie più apprezzate in cucina perchè ricca di proprietà e perchè in grado di esaltare il gusto di moltissime pietanze. 

 

La sua storia è lunghissima e si presume che sia di almeno 9000 anni! Il peperoncino ha origini nel periodo pre-colombiano e presente nelle civiltà Olmeca, Tolteca, Azteca, Inca e Maya. Dai ritrovamenti archeologci si hanno testimonianze del suo utilizzo in Messico e Perù dove fu usato come moneta di scambio oltre che come alimento base per il condimento di pietanze e, in mancanza dei moderni sistemi di refrigerazione, per la conservazione degli  alimenti.  

 

Il suo primo nome, nel corso della lunghissima storia, fu  “axi”,  poi con l'arrivo in Europa, caricato nelle stive delle caravelle di Cristoforo Colombo assunse il nome inizialmente di Pepe d'India, Pepe Cornuto e Siliquastro, solo dalla fine del XVII secolo il nome fu cambiato in peperoncino e con questo nome è arrivato fino a noi.  

 

Il peperoncino appartiene alla famiglia delle Solanacee di cui ne esistono circa 35 specie e di cui fa parte anche la versione gigante conosciuta con il nome di peperone: la coltivazione di questa orticola presenta moltissime diversità per forma e colore. La specie maggiormente coltivata in Italia è la Capsicum anuum con frutti piccoli, dolci e piccanti. La determinazione della piccantezza è data da alcune sostanze che stimolano i recettori del dolore sulla lingua e sulle mucose dei mammiferi. E' particolare che alcuni animali ne siano immuni come, ad esempio, gli uccelli. 

L'utilizzo del peperoncino biologico 

Nell’arco di tanti anni il peperoncino piccante ha interessato l’uomo in diversi argomenti: dalla cucina, alla medicina, alla bellezza e anche alla magia e superstizione. Tra i suoi usi più frequenti è sicuramente come insaporitore in cucina perchè è perfetto in aggiunta alla pasta all'olio, oppure sulla pizza. Per il suo sapore particolare viene abbinato anche ad alimenti dolci come il cioccolato oppure nella versione classica aggiunto alle verdure lesse oppure fagioli.
 

L'Azienda Simonato da molti anni coltiva il peperoncino piccante biologico e solo in questo periodo è in vendita nei numerosi punti vendita. Raccoglie i frutti quando sono maturi e da li vengono estratti i semi che poi riposti nel terriccio biologico daranno vita a una nuova piantina. Durante il periodo caldo dell'anno da metà giugno fino alla fine di settembre dapprima fioriranno piccoli fiori bianchi, poi si trasformeranno in frutti verdi e,a maturazione completata, di colore rosso. 


Le p
iantine biologiche di peperoncino piccante sono coltivate dall'Azienda Simonato seguendo il rigido protocollo stabilito dalla normative europee in merito all' agricoltura Bio e la certificazione ICEA conferma il rispetto delle normative e alla completa assenza di pesticidi, sostanze chimiche e OGM. Il peperoncino è una vera nota di originalità nel mercato delle piante aromatiche e con l'accattivante sacchetto è di grande interesse per tutti gli appassionati di aromi bio sia in Italia che all'estero.