simonato.com

Bio: Agricoltura senza pesticidi

Pubblicato il: 31 Ottobre 2017

La difesa biologica si differenzia dalle pratiche fitoiatriche convenzionali perchè non punta all'annietamento completo del parassita, ma mira al contenimento della sua diffusione e crea le condizioni ideali per la pianta rendendola più resistente e, al tempo stesso creando condizioni avverse al patogeno. Questo metodo è regolamentato dal Reg. CE 834/2007 per le coltivazioni Bio ed esclude competamente l'utilizzo di pesticidi. Questi prodotti chimici sono ancora utilizzati nell'agricoltura convenzionale per l'eliminazione degli organismi parassitari. A volte possono essere efficaci per le colture, ma dannose per la salute umana, animale e per l'ambiente. Coltivare e ridurre gli inquinamenti nei vari stadi è fondamentale perchè sempre confluiscono nelle falde acquifere. L'acqua è un bene prezioso ed esauribile. Il supporto determinante per un'agricoltura sostenibile è attuare la scelta responsabile e scegliere prodotti da agricoltura biologica ed ecocompatibile: un'agricoltura moderna che rispetti l’ambiente, la Terra e la Natura. Produrre e mangiare cibo sano innesca il ciclo vitale che riporta a una nutrizione corretta, sana e più ricca di nutrienti . 
Secondo le statistiche, il 2017 è l’anno record per l’agricoltura biologica in Italia che risulta essere al secondo posto per superfici coltivate ad agricoltura biologica: i produttori bio sono aumentati del 15% rispetto agli anni precedenti impiegando circa 52 mila operatori del settore.


L'Azienda Simonato è legata a questo impegno con la Madre Terra e contemporaneamente è attenta all'evoluzione del tempo in cui viviamo. Dal 1997 si è specializzata in piantine aromatiche bio coltivando nel rispetto dei protocolli biologici e senza l'utilizzo di alcun elemento chimico. Per quanto riguarda il tipo di coltivazioni si avvale del metodo per semina e del metodo per talea.
Attraverso il primo metodo vengono utilizzati vasetti singoli riempiti con terriccio bio e nei quali si aggiungono circa 40/50 semi e tenuti in un ambiente con alta temperatura e umidità per la germinazione. Il secondo metodo che Simonato utilizza è per talea. Avviene attraverso il taglio manuale delle piante madri a cui segue la sistemazione dei piccoli rametti in cilindri di terra e poi trapiantati nei singoli vasetti.
Per la crescita e piantine aromatiche vengono alloggiano nelle serre areate e ben illuminate, dotate di un impianto di riscaldamento a pavimento e aereo nel pieno rispetto delle norme ambientali e di un impianto di irrigazione con sistema di flusso/riflusso che ottimizza l’impiego della quantità di acqua. 

Fonte dati Fibl e Ifoam